L’arcipelago maltese visto dagli Iblei

L’arcipelago maltese formato dalle isole maggiori di Malta, Comino e Gozo, si estende a Sud della costa ragusana ad una minima distanza di circa 80 Km (da costa a costa).

Nelle limpide giornate autunnali ed invernali, si può scorgere all’orizzonte marino della costa Ragusana, l’arcipelago di Malta.

Uno sguardo attento può ben distinguere i 3 colli di Gozo, Comino e Malta anche senza l’ausilio di un binocolo.

Se ci portiamo a livello del mare non riusciamo a vedere Malta ma se ci innalziamo poco sopra i 100 metri possiamo distinguere già la parte più alta dell’arcipelago ovvero i 3 colli di Gozo.

Dalla strada provinciale che collega Ragusa con Marina di Ragusa giunti all’altezza del villaggio Camemi, si libera la visuale dell’orizzonte a Sud  ed è pertanto la prima possibilità di osservare Malta nel caso l’orizzonte terso lo permetta, ed è possibile continuare ad osservarla fino all’altezza del villaggio Cerasella.

 

Arcipelago maltese visto da Camemi (Ragusa)

Superata Cerasella, sotto i 100 mt se ne perde la visibilità sia per la copertura a sud dalle abitazioni e sia perché il nostro orizzonte visibile, man mano che scendiamo verso il mare, si riduce a pochi chilometri e non siamo in grado di osservare nemmeno le colline più alte delle isole maltesi.

Gozo vista da Gatto Corvino (Ragusa)

Infatti,in termini di metri visibili, la curvatura terrestre non ci consente di vedere la spiaggia di Gozo se ci troviamo al livello del mare .

Se si trascurano gli effetti della rifrazione (ad esempio, nelle foto seguenti si nota un effetto di rifrazione molto accentuato con miraggio ) un osservatore 1,70 m riesce a vedere a una distanza di 4,7 km.
Se l’osservatore fosse alto 2 metri, l’orizzonte visibile già si sposta a 5 km.Da una collina 100 metri di altezza, l’orizzonte è già a una distanza di 35,7 chilometri.

Quindi, considerato che ad esempio Gatto Corvino è a 182 m slm e che l’orizzonte di cui parliamo non è il livello del mare (la spiaggia) ma un’altezza di circa 180 m slm (Ġordan), è possibile vedere l’arcipelago di Malta nelle sue principali alture dalle principali alture della costa iblea.

Ho avuto modo di osservare Malta e contemporaneamente riprenderla da:

CONTRADA PIZZILLO

C.da Pizzillo altipiano ragusano altezza: 450mt  distanza: 94 km da Gozo

 

GATTO CORVINO

Gatto Corvino vicino Marina di Ragusa  altezza:170m   distanza:80 km dal promontorio di Gozo più visibile e più vicino.

 

FONTANANUOVA

Da Fontananuova,

In particolare, percorrendo in discesa questa parte della via Fontananuova, lo scorcio che si apre sull’orizzonte alla fine della via mostra proprio le isole maltesi. Ripercorrere quindi quella via e guardare verso l’orizzonte, rende inevitabile non notare l’arcipelago se le condizioni di visibilità sono favorevoli.

CAMEMI

Dal Villaggio Camemi

 

 

MODICA

Ed anche dalla campagna di Modica in zona Serra Meta.

 

CASTELLO DI DONNAFUGATA

Dalla torre del castello di Donnafugata.

 

 

Come si può leggere nei commenti di questo articolo sul “The Malta Independent”, proprio a proposito del mio scatto realizzato da Gatto Corvino, gli abitanti di Gozo hanno riconosciuto la loro isola e hanno sottolineato come la foto in questione rispecchi lo stemma di Gozo che raffigura i suoi tre colli a ridosso del mare: Il-Qolla l-Bajda, Il Qolla s-Safra e Tas-Salvatur. Come può leggersi anche sul Gozo News ,

Il-Qolla l-Bajda, la collina bianca, si trova sulla punta di terra che separa Qbajjar Bay e Xwieni Bay;

Il Qolla s-Safra, la collina Gialla, si trova dietro Marsalforn Qbajjar Promenade;

e il terzo Qolla – oggi noto come Tas-Salvatur – si trova un po’ più in alto rispetto alla valle del Marsalforn. Le tre colline sono molto arrotondate e si trovano vicine tra loro, quasi in linea retta.

Pare proprio che la popolazione locale abbia scelto questa caratteristica topografica, non facilmente individuabile dall’isola stessa perché Gozo è il primo approdo per qualsiasi marinaio attraversasse il mare aperto partendo dalla Sicilia, dal momento che i tre colli sono ben distinti solo se visti dal mare aperto. Da questa caratteristica pare sia nato lo stemma di Gozo.

 

LA SICILIA VISTA DA MALTA

Dalle isole Maltesi, come testimoniano queste stupende immagini di Rene Rossignaud

è possibile vedere la costa siciliana ed in particolare, quella ragusana sormontata da una maestosa Etna

 

Mia intervista su TVM di Malta clicca qua

Ara: Għawdex mill-għoljiet ta’ Ragusa b’fenomenu naturali

 

6/1/19

Marcella Giulia Pace

 

**********************************************

 

Dopo la pubblicazione di questo blog mi son giunte osservazioni interessanti che riporto di seguito.

Invito tutti coloro che hanno osservato Malta da postazioni differenti da quelle da me elencate, a contattarmi in maniera che possa inserirle di seguito con relativa citazione.

Jean Marc Lechopier:” Da Ragusa, con trasparenza eccellente e con un piccolo telescopio, è possibile osservare le grandi vetrate di quei grandi palazzi Maltesi ! E naturalmente anche gli appezzamenti di terreno…Il seeing deve essere della partita ! Il periodo del faro del Gozo appare diverso dal segnale emesso in partenza per via della turbolenza atmosferica…”

 

 

 

One comment

  • Enrico Lalicata

    Complimenti. Lavoro stupendo. Grazie

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.