Colors of the Moon

 

 

On November 11 2020, this image was published by NASA: APOD

I have collected some of my Full Moon shots taken over the past 10 years. I selected the shades of color with which the Moon was filmed in front of my lens and my eyes.
The atmosphere gives different colors to our satellite (scattering) based on its height with respect to the horizon, based on the presence of humidity or suspended dust. The shape of the Moon also changes: at the bottom of the horizon, refraction compresses the lunar disk at the poles and makes it look like an ellipse. And this is one of the reasons why I have chosen to present my Full Moons through a spiral arrangement that ends with a lunar eclipse.

 

Ho raccolto tutte le mie Lune Piene riprese negli ultimi 10 anni.

Le ho catalogate per colorazione per poi riorganizzarle in una palette per gradazione e sfumatura di colore.

In questa fase mi ha sorpreso ritrovarmi delle Lune di colorazioni che sul momento non avevo colto. Non ricordavo di aver fotografato, ad esempio, una Luna marrone ( le lune n° 29 -30) o che la Luna rosa fosse di un rosa incandescente (la Luna n° 2).
Solo mettendo la Luna “marrone” accanto a quella gialla mi son accorta di quanto fosse Marrone e di quanto quella gialla fosse gialla.

Incredibile come all’occhio umano basti così poco per essere ingannato.

Gianni Sarcone, esperto di illusioni ottiche, definisce questo effetto “contrasto simultaneo di chiarezza”.

Ma come è possibile che la Luna abbia tutte queste colorazioni?

Non è la Luna a cambiare colore ma sono gli strati della nostra atmosfera a donarle colorazioni differenti in base alle composizione (polveri vulcaniche, strati di nubi sottili, inquinamento…) . Soprattutto, quindi, è la bassa atmosfera che genera colorazioni più svariate.

E’ nella bassa atmosfera infatti, che si depositano polveri sulle quali, in base alla loro dimensione, agisce lo scattering diffondendo alcune colorazioni dello spettro e facendone penetrare altri.

Fattore importante è anche l’obliquità dei raggi che attraversano l’atmosfera quando gli astri sono bassi.

La Luna, il Sole e gli altri astri, bassi sull’orizzonte, subiscono in maniera più evidente il fenomeno di diffusione denominato “Scattering” che trasforma la luce bianca in varie gradazioni che vanno dal rosso al giallo.

I didn’t notice all the colors that our atmosphere gives to our satellite before starting this work: I did not remember having photographed, for example, a brown Moon or that the purple Moon was such an incandescent purple. Only by putting the “brown” Moon next to the yellow one did I realize how brown the brown was and how yellow the yellow was.
This effect in the field of “optical illusions” is called “simultaneous contrast of clarity”. Even the purple Moon, if left with the background of its sky, did not appear so purple but placed next to the pink ones and in the vortex of duller colors it seems as if it had turned on.

Nella mia immagine una componente di modifica del colore potrebbe comunque essere data dall’uso di varie strumentazioni che ho adoperato per ritrarla in tutti questi anni.
Anche le impostazioni differenti di scatto e post-produzione non determinano un confronto fedele.
Comunque sia, la gradazione di colorazione varia di poco, di qualche sfumatura essendo che, nessuna di queste lune, ha subito forzature nell’elaborazione del colore e non è stato usato mai alcun filtro.

 

In the last 10 years I have had various models of cameras and therefore they were not all taken with the same instrument.
Also the shooting settings have always been different.
 All the Moons have been processed (with Photoshop) over time but without emphasizing the color, I love the atmospheric optical phenomena and I try, as far as possible, to strictly stick to what I see.
For this work I did not rework the images, I just pulled out the Moons from the original pictures.

 

Di seguito riporto l’immagine con le lune numerate e, in base alle richieste di approfondimento  che ricevo sulle singole lune, aggiorno questa pagina corredandola con l’immagine originale richiesta e relative informazioni.

 

Moon n° 2

When the Moon appears pink?


 

The answer lies in the Full Moon of 21 July 2021, which arose with a particularity that can explain when and why the Moon with this unusual color occurs:

 

 

Colors Of The Moon in a Moonrise 21 July 2021

 

La Luna rosa nella composizione a spirale è quella del 12 Marzo 2017

The pink Moon in the spiral composition is that of March 12, 2017



		
		

 

Anche il 12 Marzo 2017, il tramonto del Sole è coinciso con il sorgere della Luna:

il Sole è tramontato alle 18:06 a 267°O e la Luna è sorta alle 18:06 a 85°E.

Un passaggio di guardia molto stretto che ha mostrato gli astri presenti in cielo nello stesso istante alla stessa altezza sull’orizzonte. Una condizione davvero singolare.

Per testimoniare questo evento ho scelto una località specifica aperta sull’orizzonte marino da est ad Ovest: l’isola delle Correnti (Sr) 36°38’54.6”N 15°04’48.8”E.




This is the Moon of March 12, 2017 which had the particularity of rising, in my latitude, at the same moment in which the Sun was setting. The Sun set at 6:06 PM at 267 ° W and the Moon rose at 6:06 PM at 85 ° E. A very narrow alternance that, considering the refraction that delays sunset and anticipates dawn for a few seconds, they both found themselves close to the horizon … A truly unique condition.

To catch this event, I chose a specific location open on the marine horizon from East to West: Isola delle Correnti (Sr) 36°38’54.6 “N 15°04’48.8” E.

 

In questo caso potrebbe aver influito sulla colorazione Rosa della Luna anche l’effetto di retrodiffusione (Backscattering) della Luce del Sole.

Un esempio di Retrodiffusione è il fenomeno della  “Cinta di Venere” che spesso accompagna il crepuscolo e che delle volte ingloba al suo interno anche la Luna.

Belt of Venus and Earth’s Shadow

 

Ecco altre immagini di altre autori che hanno ritratto la Luna con questa particolare colorazione:

APOD July 2017

 

Stunning photos of pink moon over UK skies

21693-supermoon-full-moon-2013-stargazers-photos.html

 

https://www.space.com/21693-supermoon-full-moon-2013-stargazers-photos.html

 

 

 

 

La Luna n° 48

ECLISSI di Luna: L’ombra della Terra sulla Luna non fa apparire la Luna completamente buia ma la illumina comunque di questo rossore per via dei raggi del Sole che attraversano gli strati di atmosfera proiettandoli sulla Luna.

Eclipse

 

 

And the Sun?

 

Colors Of The Sun

 

 

Sun and Moon In Infinity

 

Questa immagine è la mia personale sintesi della mia fascinazione verso il concetto di infinito ispirato dalla spirale.

La composizione è composta da fotografie (naturali, non ritoccate), scattate lungo l’arco di 10 anni, unite a formare due spirali: una spirale composta da 48 pleniluni e un’altra spirale composta da 48 Soli, unite da una Luna in eclissi (2018) e da un Sole in eclissi (2015), a  creare un movimento infinito.

La scelta della composizione a forma di doppia spirale è legata al fatto che la spirale si collega ai concetti di emanazione, di estensione,  di sviluppo. In particolare all’idea di stessa di continuità ciclica ma progressiva e di creazione, espresse dal senso di rotazione.

Volevo rendere manifesto e prolungare all’infinito il movimento apparentemente circolare dei due astri, trovando nella matematica un punto di accordo innegabile tra posizioni spirituali spesso diverse e che da sempre, ma mai come oggi necessitano una urgente ricomposizione. La spirale è una figura geometrica che si ritrova in tutte le culture: una linea che si avvolge su se stessa.
Già nelle grotte utilizzate nel Paleolitico il significato della spirale è compiutamente espresso e si trova associata a immagini di falci di Luna o di animali dalle corna a forma di falce di Luna, sempre ricollegati alla rappresentazione dei ritmi ciclici della vita, affine ai significati di simboli di energia e di fecondità, legati all’acqua e proprio alla Luna.

In molte culture essa rappresentava il viaggio dopo la morte, il movimento ciclico ascendente e discendente collegato alle fasi lunari, come si può ritrovare in molti manufatti neolitici, simbolo quindi di computo del tempo e di rigenerazione, di movimento e di energia.

Ho scelto di usare la spirale piana, tra le tante forme che può assumere la spirale, perché mi permetteva di partire dal centro per svilupparsi verso l’esterno, perché volevo esprimere l’evoluzione, lo sviluppo la sintropia, ma anche il ricongiungersi con l’altra spirale, che dall’esterno ritorna al centro, a toccare, come due indici sollevati che si sfiorano, anche l’Involuzione, l’inviluppo, l’entropia. Mi piaceva, quindi, che le due spirali apparissero come un labirinto intellegibile e naturale, ma pur sempre un labirinto, a rappresentazione rispettivamente dell’infinito nel perpetuo movimento del divenire e l’infinito eterno ritorno di un viaggio iniziatico, interdetto a coloro che non sono qualificati, un mandala disvelato che accompagnasse l’osservatore in un cammino verso un centro nascosto solo a chi non volesse davvero osservare. Osserviamo sempre troppo poco, quando guardiamo. Per questo, volevo che l’infinito di queste due spirali richiamassero non solo la ciclicità della vita nel macro (la forma di alcune galassie, tra cui la Via Lattea e una spirale), ma anche nel micro e nel mondo naturale costantemente sotto i nostri occhi, spesso troppo distratti, al punto da non riconoscere (o aver dimenticato) i cicli a spirale della crescita di una conchiglia, le corna di un montone, le zanne di un elefante, l’infiorescenza di un girasole, il volteggiare di un rapace sulla preda, i vortici degli uragani.

Ecco perché, per me, questa immagine porta con sé un messaggio di rispetto, attenzione e amore per ogni forma di vita. Alla base di ogni convivenza civile e serena, deve esserci la presa di coscienza che il nostro prossimo non è solo il nostro simile, ma tutte le forme che la vita assume, nel suo perpetuarsi, nel suo vivere, morire e rinascere, per poi morire e rinascere, in un eterno cammino, il cui percorso non è un cerchio con al centro l’uomo ma una spirale di vita. In continua evoluzione.

 

OTHER FREQUENT ASKED QUESTIONS

 

 

Di che colore è la Luna?
Osservando la Luna Piena, sempre dal nostro pianeta,  alta sull’orizzonte,  e vedendola molto chiara, si ha come l’impressione che rifletta buona parte della luce del Sole. La Luna Piena, invece,  ha un albedo molto debole che riflette circa il 7% della Luce del Sole e il suo colore predominante non è il bianco ma molto simile all’ardesia: grigio.
Il motivo per cui ci appare così luminosa è perché non abbiamo altri paragoni di luminosità se non le stelle o il buio del cielo.

Come mai alcune Lune appaiono di forma ovale?

La Luna, così come il Sole,  avvicinandosi all’orizzonte (da circa 0,4° sopra l’orizzonte) comincia a deformarsi e più precisamente, subisce uno schiacciamento sui lembi superiori ed inferiori (come mostrato al minuto minuto 54 del filmato che segue)

La rifrazione è responsabile di questa deformazione che agisce in tutti gli strati dell’atmosfera fino allo strato adiacente al suolo.

 

 

Refraction and Scattering

Forma e dimensione del disco solare

They were not taken from the same position but in different places in Italy where I have lived over the years. On the other hand, the Moon, is shot at various heights with respect to the horizon. The most flattened are those Moons that have just arisen, made oval by refraction.

Is there some sort of time-order to the images


The Moons have been ordered following an order of gradation shades of color and not by temporal order.

Is there a meaning to the spiral pattern? 

When I cut out and brought back all the Moons to fix them, I immediately thought of a spiral shape paying attention more to aesthetic and harmony.
I live in a part of Sicily where there’s plenty of traces of Neolithic populations. The spiral is depicted very often. I am fascinated by the ascending and descending cyclical movement shown by the spiral, comparable to the phases of the moon. The symbol of the spiral was associated with the crescent Moon, as can be seen in many Neolithic artifacts.
During the composition phase, an astrophysicist friend, Salvo Pluchino of mine, also pointed out that the spiral shape recalled the spiraling trajectory that the Moon made in the last 4 billion years, passing from a distance from the Earth of about 30,000km to the current on average of 380,000 km.

Ringrazio Fisica-Mente Aula Studio per aver preso in analisi l’immagine

Where can I buy a print?

I have received several requests for prints of these images and to please everyone I have inserted them on this site: Fine Art America

For those who have special printing needs, you can contact this photographic studio: Nonsolografica (Ragusa-Sicily)
You will only pay for the cost of printing and shipping.
What I ask is that, before proceeding with the purchase, a donation of a minimum of 100 euros be made to an association for the protection of the environment or animals: WWF, LAV, L214
Once you have made the donation and sent the receipt to my email address marcellagiuliapace@gmail.com, you can proceed with the order through the address: s.blancato@nonsolografica.net

 

 

RASSEGNA STAMPA

PRESS

 

 

ITALY

 

48 sfumature di… Luna! La Foto del Giorno della Nasa è stata scattata da una ragusana

Foto del Giorno della Nasa: lo scatto è della siciliana Marcella Giulia Pace

United Colors of the Moon

48 sfumature di Luna per Marcella Giulia Pace

“I colori della Luna” secondo Marcella Giulia Pace

https://tech.everyeye.it

https://www.radiomontecarlo.net

https://www.triestecafe.it

https://it.geosnews.com

https://www.ansa.it

https://www.lasicilia.it

https://www.meteoweb.eu

https://www.altoadige.it

https://eccellenzemeridionali.it

https://steemit.com

https://www.balarm.it

https://www.focus.it

 

Noviembre 11, 2020. Los Colores de la Luna

https://www.cidehom.com

The Colours Of The Moon

FRANCIA

https://zimonews.com/%F0%9F%94%A5-les-couleurs-de-la-lune-credits-marcella-giulia-pace-%F0%9F%94%A5/

https://www.demotivateur.fr

https://www.lense.fr

 

SPAGNA

 

Colores de la luna

https://culturainquieta.com

 

https://www.muyinteresante.com.

 

 

 

GRECIA

 

Φωτογράφισε την πανσέληνο επί 10 χρόνια – Το αποτέλεσμα μοναδικό

https://www.lifo.gr

UCRAINA

https://texty.org.ua

VIETNAM

https://nguoivietphone.com

 

COREA

 

1Wouldyoulike.org

https://www.insight.co.kr

https://m.post.naver.com

 

TURCHIA

Günün Astronomi Görseli 11 Kasım 2020

 

PERSIA

ماه بدر با رنگ‌های دلفریب!

https://ejiga.com

 

UNGHERIA

https://pestihirlap.hu

 

BULGARIA

https://spisanie8.bg/

EGITTO

https://www.masrawy.com

 

https://www.alkhaleej.ae

 

BRASILE

https://www.greenmebrasil.com

 

INDIA

https://www.indiatimes.com

 

NY

Photographer Spends 10 Years Capturing 48 Stunning Colors of the Moon

https://kottke.org

Colors of the Moon

 

https://thegazapost.com

http://bharatkalyan97.blogspot.com

https://aworkstation.com

https://isstracker.pl

Colors of the Moon Credit: Marcella Giulia Pace From: Italy Details: Most colorful full moons over 10 years

https://blog.adafruit.com

https://inf.news

https://themindcircle.com

https://www.youtube.com TRT

 

GIAPPONE

https://news.livedoor.com

 

 

 

11 comments

  • crystal Jean Jackson

    How can I get a print of this colors of the moon image

  • Toma

    Hello, it’s a good work ! Do you sell this image in good resolution ?

    Thank’s

    Toma

  • Pamela Calderón

    Congratulations on your beautiful work.
    Im interested in the piece “colors of the moon” and wanted to know what kind of presentation you find more appropriate for it according to the asthetic you vision for that piece.
    Thank you,
    Pamela

  • Dear Marcella, your photography is amazing and so is this article. Thank you for taking the time to put beautiful images into context, for your inspired work and for your tenacity to capture what must be hard to capture well. I am about to order some prints and other items for presents, looking forward to holding them and displaying them!

    Best,

    Mina

  • Marcella, these are such beautiful captures and I love that this project spans a decade. The creativity in your final image is wonderful, too! I was inspired to create a dataset based on the colors of these 48 different moons (selecting pixels near the Albategnius crater). You can check out the dataset here -> https://github.com/amelialouise/mooncolors I sourced you and this blogpost in the R package’s README and main documentation.

    • Marcella Giulia Pace

      Wonderful! Thanks! Big Surprise! Beautiful work! :-O

  • Mozzafiato, grazie per condividere la vostra passione.

    • Marcella Giulia Pace

      Grazie a te per trasmettermi il tuo gradimento 😀

  • Erwan RAULT

    Ciao Marcella,
    amazing work!
    I was looki g for buying one of you picture but it seems your name does not appear on it…can you confirm?
    Thanks,
    Erwan.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.